Proseguiamo la pubblicazione dei “52 Consigli per la Biodiversità”, la Guida pratica della DG-ENV della Commissione UE, che offre a tutti gli, specialmente ai più giovani, l’opportunità di applicare nella loro vita quotidiana azioni semplici, ma in grado di fare la differenza.

suggerimenti biodiversita

Come anticipato nel post del 12 gennaio 2014, a cui rinviamo per chi volesse conoscere in modo più dettagliato le motivazioni della Guida, questa settimana inizia l’elenco dei suggerimenti proposti.

Consiglio n. 1
Non disturbo gli animali durante le escursioni
Ancor più che nelle altre stagioni, in inverno bisogna evitare a tutti i costi di disturbare gli animali quando ci ritroviamo immersi nella natura. Se li scacciate dai loro ripari, se fate loro paura quando cercano di trovare del cibo o se li risvegliate dal letargo, gli animali potrebbero esaurire le poche energie che hanno a disposizione per tentare la fuga o per trovare un nascondiglio: tale situazione potrebbe essere loro fatale!
Per questo motivo è meglio non uscire dai sentieri battuti, fare meno rumore possibile e osservare da lontano gli animali che, proprio come noi, escono a prendere una boccata d’aria…

escursioni

Consiglio n. 2
Faccio l’abbonamento alle cassette biologiche
Grazie a tecniche di produzione poco invasive, alla coltivazione di specie indigene e alla rinuncia a fertilizzanti e pesticidi di origine chimica, l’agricoltura biologica evita l’impoverimento del suolo, limita l’inquinamento delle falde freatiche e rispetta glianimali che agevolano le colture (api, lombrichi ecc.) e i loro ecosistemi.
Spesso, inoltre, fa “rivivere” varietà locali ormai dimenticate, scegliendole in base al gusto e alle proprietà nutrizionali, come i topinambur, alcuni tipi antichi di frumento o mele dal sapore tutto speciale.
Abbonarsi alle cassette biologiche significa aderire a una filosofia ecologica di carattere globale. Assicuratevi dunque che la frutta e la verdura siano locali e stagionali (tempo inferiore di conservazione, meno trasporti) e che gli imballaggi siano ridotti al minimo.

cassette biologiche

Consiglio n. 3
Promuovo la biodiversità sul luogo di lavoro
Vi state occupando della pianificazione o della sistemazione di infrastrutture? Cercate allora di integrarle al meglio nell’ambiente naturale circostante, ad esempio prevedendo corridoi di passaggio per gli animali e lasciando che la fauna e la flora colonizzino i bacini di raccolta. Inoltre, conservate o date più spazio possibile ad alberi, siepi diversificate, stagni e zone a vegetazione spontanea.
Per quanto riguarda gli edifici, le finiture e la mobilia, optate per materiali e prodotti ecologici, naturali, sostenibili, riciclabili e, se possibile, locali. Limitate inoltre il consumo d’energia non rinnovabile e la produzione di rifiuti.
Così facendo, ridurrete l’impronta ecologica della vostra azienda, migliorando al contempo l’ambiente lavorativo, l’immagine del marchio e il valore commerciale del sito!

biodiversita lavoro

Consiglio n. 4
Riduco le mie emissioni di gas a effetto serra
Riscaldarsi, illuminare o viaggiare, ma anche nutrirsi, vestirsi e addirittura respirare: tutto quello che facciamo causa l’emissione di gas a effetto serra, che, come sappiamo,mettono in pericolo il pianeta. I deserti si espandono, i ghiacciai si restringono, il livello dei mari cresce… per farla breve: interi ecosistemi subiscono forti alterazioni.
Dunque, è ora di ridurre le nostre emissioni di gas a effetto serra, ad esempio acquistando, per quanto possibile, prodotti di stagione, locali e dotati di un marchio ecologico, spostandoci a piedi, in bicicletta o con i trasporti pubblici ed evitando gli sprechi.
Possiamo anche compensarne una parte accogliendo la biodiversità a casa nostra (grazie a uno stagno, un prato fiorito, una casetta per gli uccellini ecc.) e sostenendo associazioni per la tutela della natura o progetti di riforestazione.

riduzione emissioni gas

Illustrazioni di Claude Desmedt (Fonte: Institut Royale de Sciences Naturelles de Belgique)