Al via la IV Conferenza nazionale organizzata da Amici della Terra e CARTE.efficenza-e-ricchezza

L’efficienza energetica e anche il risparmio di energia non sono un indice di pauperismo. Al contrario, solo un sistema molto evoluto è capace di essere efficiente,di fare di più con meno, di garantire gli stessi livelli di qualità nei prodotti e nei servizi con un consumo ridotto di risorse. Questa capacità costituisce una delle caratteristichee delle eccellenze dell’Italia; ed è meglio di un pozzo di petrolio perché si fonda su processi tecnologici in continua evoluzione che possono essere esportati in tutto il mondo. Ora che è divenuto un obiettivo definito per l’Europa, l’efficienza energetica può rappresentare un’autentica fonte di ricchezza per il nostro paese, con riflessi immediati sulla crisi. Occorre però perseguirla, valorizzarla e farne l’obiettivo principale della politica energetica adeguando leggi, decreti, normativa tecnica, incentivi.

Efficienza è ricchezza” è appunto il concetto chiave della IV Conferenza Nazionale sull’Efficienza Energetica che prenderà il via domani a Roma (Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi), organizzata da Amici della Terra e da C.A.R.T.E. (Coordinamento Associazioni Rinnovabili Termiche ed Efficienza energetica).

Una politica di promozione dell'efficienza energetica -sostengono i promotori- potrebbe avere effetti immediati sulla crisi, perché favorisce la produttività delle imprese, migliora la competitività economica, aumenta direttamente e indirettamente il reddito delle famiglie. La Strategia Energetica Nazionale (SEN) riconosce questa priorità a parole ma ora -avvertono gli Amici della Terra- occorre passare ai fatti.

La Conferenza si articola in 4 sessioni.

La mattina del 21 novembre sarà dedicata a Ruolo dell'efficienza nella Strategia Energetica Nazionale (SEN) e agli obiettivi della nuova direttiva dell'Unione Europea.
Una politica di promozione dell'efficienza energetica -sostengono i promotori- potrebbe avere effetti immediati sulla crisi, perché favorisce la produttività delle imprese, migliora la competitività economica, aumenta direttamente e indirettamente il reddito delle famiglie. La Strategia Energetica Nazionale riconosce questa priorità a parole ma ora - avvertono Amici della Terra- occorre passare ai fatti adeguando leggi, decreti, normativa tecnica, incentivi.


amici-della-terra


Nel pomeriggio del 21, sarà affrontato il tema dell’Efficienza energetica come motore per le imprese e per l'economia.

I lavori della mattina del 22 novembre avranno 2 focus specifici:
- Il primo sarà dedicato a Tecnologie e servizi per l’efficienza nel residenziale e nel terziario;
-Il secondo focus riguarderà le Proposte di CARTE sulla Strategia Energetica Nazionale (SEN).

La sessione conclusiva del 22 novembre pomeriggio sarà dedicata a Riforma dei certificati bianchi