Conto Termico: iscrizione ai Registri dal 3 giugno

Conto Termico: iscrizione ai Registri dal 3 giugno

Il GSE ha pubblicato il Bando per l’accesso agli incentivi relativi ad interventi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza.

Conto Termico iscrizione ai Registri dal 3 giugno

Con una nota del 3 maggio 2013 pubblicata sul suo sito, il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha dato notizia della pubblicazione del Bando riferito ai Registri riservati agli interventi di cui all’art. 4, comma 2 lettere a) e b) del D.M. 28 dicembre 2012 (cosiddetto Conto Termico).

I suddetti interventi si riferiscono a quelli di piccole dimensioni (di potenza termica nominale complessiva, con riferimento al singolo edificio, unità immobiliare, fabbricato rurale o serra, maggiore di 500 kW e inferiore o uguale a 1000 kW), relativi ad impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza energetica realizzati dalle Pubbliche Amministrazioni e dai Soggetti privati:

- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas,utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;

- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa.

I Registri si apriranno il giorno 3 giugno 2013 alle ore 9,00 e si chiuderanno improrogabilmente alle ore 21,00 del 1° agosto 2013.

Le richieste, a pena di esclusione, dovranno essere trasmesse esclusivamente per via telematica, mediante l’applicazione informatica Portaltermico che sarà resa disponibile sul portale del GSE (https://applicazioni.gse.it), accessibile tutti i giorni, 24 ore su 24, ad eccezione dei giorni di apertura e chiusura.

Le risorse destinate all’incentivazione degli interventi per i quali ricorre l’obbligo di iscrizione ai Registri di cui al presente Bando, definite in termini di spesa cumulata annua, sono pari a 7 milioni di euro per gli interventi realizzati dalle Amministrazioni Pubbliche e a 23 milioni di euro per gli interventi realizzati dai Soggetti privati.

L’incentivo non è cumulabile con altri bonus fiscali, copre il 40% dell’investimento ed è spalmato in un periodo compreso tra i 2 e i 5 anni, in base alla tipologia e alle caratteristiche dimensionali dell’intervento.

Si ricorda che il GSE formerà la graduatoria, sulla base dei dati dichiarati dai Soggetti Responsabili, nella consapevolezza delle sanzioni penali e amministrative previste dalla normativa vigente, applicando, in ordine gerarchico, i criteri di priorità indicati all’Allegato IV del Decreto, di seguito elencati:

a) minor potenza degli impianti;

b) anteriorità del titolo autorizzativo/abilitativo;

c) precedenza della data della richiesta di iscrizione al Registro.

Nel caso in cui la disponibilità del contingente per l’ultimo intervento ammissibile sia minore della disponibilità residua è facoltà del Soggetto Responsabile accedere agli incentivi per la quota parte di spesa rientrante nel contingente.

Le graduatorie saranno pubblicate sul sito internet del GSE entro 60 giorni dalla data di chiusura dei Registri. Dell’eventuale ammissione in graduatoria non sarà data comunicazione specifica ai Soggetti Responsabili partecipanti alla procedura.

Sul n. 3-4, marzo-aprile 2013 di Regioni&Ambiente è stato pubblicato un focus sul Conto Termico, comprensivo del testo integrale e di un’analisi dettagliata del relativo Decreto.

 


Commenta