L’AEEG approva il contratto-tipo per il “ritiro dedicato” e la “tariffa onnicomprensiva” predisposto dal GSE e avvia la Consultazione per lo Schema di contratto-tipo per il “Conto termico”.

AEEG

Con due distinte Delibere del 16 maggio 2013, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEGG) ha approvato il Contratto-tipo predisposto dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ai fini dell’erogazione degli incentivi previsti per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dalla fonte solare (delibera 207/2013/R/efr pubblicata sul suo sito il 17 maggio) e ha predisposto uno Schema di Contratto- tipo per l’assegnazione degli incentivi per interventi relativi alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di incremento dell’efficienza energetica di piccole dimensioni, di cui al cosiddetto Conto Termico, avviandone contestualmente il procedimento per l’adozione, definendo le direttive al GSE al fine di garantire l’accesso dell’Autorità alle informazioni strumentali per l’esercizio delle funzioni di sua competenza nell’ambito del suddetto Conto e di quelle relative al meccanismo dei titoli di efficienza energetica, i cosiddetti certificati bianchi (delibera 210/2013/R/efr pubblicata il 20 maggio).

L’articolo 24, comma 2, lettera d) del Decreto Legislativo n. 28/11 (Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili), prevede, infatti, che la regolazione economica del ritiro dedicato e della tariffa onnicomprensiva di cui al Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 6 luglio 2012, avente ad oggetto “Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici”, avvenga tramite contratti di diritto privato fra Gestore dei Servizi Energetici S.p.a. (GSE) e il produttore, che “sostituisce ogni altro adempimento relativo alla cessione commerciale dell'energia elettrica immessa e all'accesso ai servizi di dispacciamento e di trasporto in relazione all'energia elettrica immessa” .
Nel maggio del 2013, il Gestore dei servizi energetici ha trasmesso all'Autorità lo schema del contratto-tipo riguardante:

- l’erogazione degli incentivi e la commercializzazione dell'energia elettrica immessa nel caso di impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dalla fonte solare di potenza fino a 1 MW ammessi a beneficiare del ritiro a tariffa fissa onnicomprensiva;

- l’erogazione dei soli incentivi nel caso di impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dalla fonte solare di potenza superiore a 1 MW ammessi a beneficiare delle tariffe incentivanti non onnicomprensive.
Con la Delibera 207 succitata, l’AEEG ha approvato lo schema di contratto-tipo che ora dovrà essere pubblicato dal GSE.

Anche l’assegnazione degli incentivi previsti dal DM 28 dicembre 2012 relativo a “Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni” deve avvenire tramite Contratto di diritto privato tra il GSE e il soggetto responsabile dell’impianto (articolo 28, comma 1 del D.Lgs. n. 28/11, predisposto, in questo caso, sulla base di un contratto-tipo definito dall’AEEG, sulla base degli elementi trasmessi dal GSE, corredati da uno schema riportante il processo di accesso agli incentivi del Conto termico.

Con la delibera 201 soprarichiamata, pertanto, l’AEEG ha definito lo Schema di contratto-tipo su cui ha avviato una pubblica Consultazione (scarica il documento: http://www.autorita.energia.it/it/docs/dc/13/201-13.jsp) .
I soggetti interessati sono invitati a far pervenire all’Autorità le proprie osservazioni e proposte in merito tale documento, in forma scritta e tramite posta elettronica (consumatori@autorita.energia.it), entro e non oltre il 9 giugno 2013.

Qualora i partecipanti alla consultazione intendano salvaguardare la segretezza, in tutto o in parte, della documentazione inviata, sono tenuti ad indicare quali punti sono da considerare riservati.