Alla scoperta del mare con le Winx

Alla scoperta del mare con le Winx

Il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini sceglie le fatine Winx di Iginio Straffi per guidare i visitatori, soprattutto bambini e giovani, alla scoperta delle aree marine protette, promuovendo così un nuovo modo di insegnare ad amare e difendere il nostro mare.

Alla-scoperta-del-mare-con-le-Winx

Ebbene sì. Sono proprio loro, le celeberrime fatine Winx, nate dalla penna e dalla fantasia di Iginio Straffi nella marchigianissima Loreto e ormai famose in tutto il mondo, ad essere state scelte dal Ministro dell’Ambiente Corrado Clini per la promozione del mare e in particolare del sistema delle aree marine protette.

E’ nato così il progetto “Le magie del mare - Winx Club” promosso dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, in qualità di unico Ente gestore delle due aree marine protette istituite recentemente e cioè Santa Maria di Castellabate e Costa degli Infreschi e della Masseta.

“Le istituzioni chiamate alla tutela delle straordinarie bellezze e dell’immenso valore naturalistico del nostro mare si associano ad un fortunato brand italiano, le Winx, per avvicinare alle suggestioni delle nostre aree protette il pubblico, soprattutto quello giovanile - ha spiegato Clini - Un modo nuovo, originale, accattivante per insegnare ai bambini ed ai ragazzi, con l’allegria dei personaggi di Straffi, ad amare e difendere l’ambiente marino”.

L’iniziativa è stata realizzata dal Parco con il patrocinio ed il contributo del Ministero dell’Ambiente grazie alla collaborazione della casa di produzione di Winx Club, la Rainbow, e la Fondazione Symbola. Nel progetto saranno coinvolte, attraverso un road show, sette aree marine protette: Santa Maria di Castellabate e Costa degli Infreschi e della Masseta, Miramare, Portofino, Torre Guaceto, Capo Carbonara-Villasimius, Plemmirio.

Le notissime fatine Bloom, Stella, Flora e le loro amiche guideranno i ragazzi alla scoperta delle aree marine protette in questo modo: ad ogni tappa sarà proiettato un video didattico, verrà realizzata un’animazione ed allestita una piccola esposizione, con momenti di incontro e confronto tra scuole, istituzioni, comunità locali e promotori del progetto durante i quali si parlerà delle criticità e delle potenzialità del sistema delle Aree Marine Protette.

Inoltre, a breve, partirà un concorso per le scuole che coinvolgerà 500 mila studenti di tutta Italia. Per partecipare gli Istituti dovranno iscriversi entro il 30 giugno e fino al 31 ottobre potranno inviare i lavori. Il premio? La classe vincitrice si guadagnerà un soggiorno didattico di tre giorni nel Parco Nazionale del Cilento per passare dalla teoria alla pratica.


Commenta