In una Mostra allestita a Roma nell'ambito dell'iniziativa "Borghi - Viaggio Italiano" sono proposti gli aspetti più belli della storia, della cultura, delle tradizioni e delle eccellenze enogastronomiche di quelle piccole realtà che racchiudono l'essenza stessa del made in Italy.

Durerà fino al 9 giugno 2017 la Mostra-racconto "Ai Confini della Meraviglia", evento portante dei "Borghi - Viaggio Italiano", l'iniziativa di valorizzazione di circa 1000 borghi, dall'entroterra alla costa, come luoghi del turismo lento, dell'autenticità, della qualità di vita, realizzata nell'ambito dei progetti interregionali di sviluppo turistico DPR 158/07 e co-finanziata dal Ministero dei beni, attività culturali e turismo (MIBACT), nell'ambito del "2017 Anno dei Borghi".

La Mostra, allestita nella prestigiosa cornice delle Terme di Diocleziano a Roma, è stata inaugurata dal Ministro Dario Franceschini.

"I borghi che costellano il territorio delle nostre regioni, ricchi di storia, cultura e tradizioni, sono il cardine per la crescita di un turismo sostenibile, capace di creare autentiche esperienze per i visitatori e di permettere lo sviluppo armonico delle comunità che vi vivono - ha dichiarato il Ministro - L'Anno dei Borghi con le sue tante iniziative è importante per promuovere queste realtà che tanto contribuiscono alla qualità della vita nel nostro Paese".

Una suggestiva scenografia, basata sull' "anamorfosi" (tecnica per la quale un'immagine fortemente distorta acquista la sua vera forma solo allorché l'osservatore si dispone in una particolare posizione), accompagnerà il pubblico fino a un grande touchwall attraverso il quale sarà possibile sperimentare un tour virtuale e interattivo alla scoperta dei borghi da scoprire, insigniti per la loro bellezza dei più importanti riconoscimenti: dalle "Bandiere Arancioni" del Touring Club Italiano (TCI) ai "Borghi Più Belli d'Italia" dell'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), dai "Borghi Autentici d'Italia" ai "Gioielli d'Italia", passando per i Borghi storici marinari.

Cliccando su uno dei borghi dello "stivale" disegnato , si aprirà un mondo magico, fatto di esperienze autentiche, di prodotti tipici, tradizioni e qualità del vivere, raccontato dalle 18 regioni del progetto (Abruzzo, Basilicata, Calabri, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto), assieme alle varie associazioni, con animazioni giornaliere, secondo un Calendario prefissato, svelando gli aspetti più belli e talvolta nascosti o poco conosciuti di molti comuni italiani.

Il viaggio esperienziale tra i borghi si concluderà nella saletta polifunzionale, sulle cui pareti verranno proiettati video-racconti delle singole Regioni protagoniste dell'animazione giornaliera. A simboleggiare ogni territorio con i suoi borghi, la vita e le opere di alcuni personaggi celebri, ambasciatori di ciascuna regione, da Ignazio Silone a Federico Fellini, da Andrea Palladio a Leonardo, da Pier Paolo Pasolini a Piero della Francesca, da Giuseppe Verdi a Grazia Deledda, Fabrizio De Andrè, Pirandello, Fausto Coppi e tanti altri.

"Per queste piccole realtà è un'opportunità per presentare ai visitatori la ricchezza di tradizioni, storia e cultura, la varietà enogastronomica, l'artigianato, i paesaggi unici e irripetibili che li contraddistinguono - ha sottolineato Dorina Bianchi, Sottosegretario al Turismo - I borghi sono dei veri e propri scrigni che racchiudono l'essenza del made in Italy. L'Italia stessa è un borgo diffuso dal momento che il 70% dei Comuni ha meno di 5mila abitanti e di questi più di mille sono rientrati nel progetto Borghi Viaggio Italiano. Dobbiamo puntare sulle province e i territori meno conosciuti che sono detentori del nostro patrimonio unico. È questo un obiettivo centrale del Piano Strategico per diversificare e destagionalizzare l'offerta e decongestionare le grandi città d'arte come Roma, Venezia, Torino".