Al via il Campionato Mondiale di Formula E

Al via il Campionato Mondiale di Formula E

Anche lo sport si adegua alla necessaria sostenibilità.

form

Archiviata la quattordicesima prova del Campionato Mondiale di Formula1 del 2012 nel circuito di Marina Bay a Singapore, nelle strade di Rio de Janerio si svolgerà la prima gara del Campionato Mondiale di Formula E. Sembrava utopistico, ma il Campionato di auto alimentate esclusivamente da energia elettrica, è ora una realtà.

A partire dal 2014, dopo un anno di gare dimostrative, 10 equipaggi di auto elettriche con due piloti ciascuno, si contenderanno l’ambito titolo, correndo tra le strade delle più famose città del mondo, anziché nei circuiti. 

“La Formula E costituirà una pietra miliare per il futuro degli sport motoristici della Federazione Internazionale dell’Automobile - ha dichiarato Burkhard Goeschel, Presidente della Commissione Campionati Elettrici e Nuove Energie della FIA - E’ conseguenza delle grandi tendenze globali del nostro mondo come la sostenibilità, la crescita delle metropoli e il mondo digitale della connettività”.

 

La FIA ha raggiunto, infatti, un accordo per la licenza dei diritti commerciali del Campionato di Formula E ad un Consorzio di investitori internazionali che fanno capo ad Enrique Bañuelos, la Formula E Holdings Ltd (FEH) con sede a Londra, di cui è Amministratore delegato e azionista Alejandro Agag, ex deputato al Parlamento europeo e proprietario di un team da corsa con una lunga esperienza nel settore dello sport del motore. Associati al progetto sono pur Lord Drayson, Direttore dell’associato Drayson Technologies Racing, ed Eric Barbaroux, Presidente della società automobilistica elettrica francese “Formula Electric”. 



"Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto con la FIA, considerandolo come una grande opportunità per creare uno spettacolo nuovo ed eccitante, coniugando corsa, energia pulita e sostenibilità, con uno sguardo al futuro - ha sottolineato Agag - Ci aspettiamo che questo Campionato divenga la cornice entro la quale possa trovare collocazione la ricerca e lo sviluppo dell’auto elettrica, un elemento chiave per il futuro delle nostre città”.

 

La Formula sarà aperta a tutte le vetture omologate come E dalla FIA e il Consorzio garantirà che un’auto di Formula E, sulla base del prototipo Formulec EF 01 già operativo, sia disponibile per i team disposti a correre con esso. Sono già in corso le trattative con le potenziali città candidate ad ospitare le corse. Sarà Rio de Janeiro ad inaugurare nel 2014 la prima gara del Grand Prix di Formula E. Il Sindaco Eduardo Paes e il Governatore Sergio Cabral hanno entusiasticamente sostenuto il progetto. Rio è considerata la città ideale per questo tipo di gare, considerando i suoi impegni per la sostenibilità, come testimoniato dal recente svolgimento del Summit sullo Sviluppo Sostenibile RIO +20. Inoltre, la città sarà sede di partite del Campionato del Mondo di Calcio nel 2014 ed ospiterà I prossimi Giochi Olimpici del 2016. Anche il Messico ha avanzato proposte concrete per ospitare nelle sue città una gara, mentre il Principe Alberto di Monaco ha già manifestato pubblicamente il suo entusiasmo per il progetto ed ha espresso il desiderio che una gara venga svolta a Montecarlo. Tuttavia è dall’Asia che giungono le offerte più numerose, con le città della Cina in testa, considerando che le grandi risorse finanziarie investite per promuovere l’uso delle auto elettriche.
“Vorrei ringraziare tutte le parti coinvolte che ci hanno sostenuto in questo nuovo campionato che si svolgerà nel cuore delle grandi città - ha dichiarato il Presidente FIA Jean Todt - Questo accordo con la Formula E Holdings costituirà un’esperienza molto importante per lo sport del motore ed una nuova opportunità di svago e di condivisione dei valori e degli obiettivi della FIA per l’energia pulita, la mobilità e la sostenibilità, con il coinvolgimento di un pubblico più ampio ed anche più giovane”.

form foto

Nella foto, da sinistra: Lucas di Grassi, conduttore ufficiale per lo sviluppo della Formula E; il Ceo di Formula E Holdings Alejandro Agag; il Sindaco di Rio de Janeiro Eduardo Paes; il Presidente della FIA Jean Todt; il Governatore dello Stato Sergio Cabral; l’anchor investor di FEH Enrique Bañuelos. (fonte FEH)


Commenta