Per la Manifestazione, giunta alla III edizione e divenuta il punto di riferimento per le innovazioni della città, gli organizzatori hanno lanciato 3 inviti con scadenza 19 settembre 2014 per la presentazione di progetti, modelli o idee per costruire città davvero smart.

smart city

In vista di Smart City Exhibition 2014 (Bologna, 22-24 ottobre 2014), la manifestazione italiana organizzata da FORUM PA con BolognaFiere, diventata punto di riferimento europeo sul tema dell’innovazione nelle città e nelle comunità intelligenti, gli organizzatori hanno lanciato “Tecnologie e soluzioni per la Smart City”, iniziativa declinata in 3 call e rivolta a tutte le imprese, gli amministratori pubblici, gli innovatori, i ricercatori, le associazioni e i cittadini attivi del paese chiamati a presentare il proprio progetto, modello o soluzione per costruire una città davvero smart, la città del futuro (e del presente).
 
Come rendere intelligente la città (un passo alla volta)? Come valorizzare i risultati della ricerca per realizzare tecnologie Smart?
Come migliorare la qualità della vita nelle città in un’ottica di genere e di superamento delle disparità?
Per rispondere a questi interrogativi, basta partecipare alle 3 call entro il 19 settembre e seguire la modalità di iscrizione del proprio progetto/idea/soluzione tecnologica.
 
Per segnalare una buona pratica o proporre un'idea innovativa per la categoria Come rendere intelligente la città (un passo alla volta)? è sufficiente compilare un form e allegare una presentazione della propria idea/progetto seguendo i criteri di iscrizione del sito di Smart City Exhibition.
Per illustrare la soluzione in maniera più esauriente sarà possibile allegare materiali video già caricati youtube e link di approfondimento. La soluzione presentata per rispondere alla call rimane di proprietà dei partecipanti:
- imprese;
- pubbliche amministrazioni centrali, regionali e locali;
- asl e aziende ospedaliere;
- scuole;
- amministrazioni funzionali;
- altri enti di diritto pubblico;
- associazioni di cittadini e no profit;
- enti di ricerca.
Le soluzioni ammesse per insindacabile giudizio del Comitato Scientifico saranno presentate, ad opera dei promotori e amministratori, nell’ambito del Programma congressuale.

Alla seconda categoria - Come valorizzare i risultati della ricerca per realizzare tecnologie Smart? - potranno partecipare micro, piccole e medie imprese, start up, ricercatori e innovatori, che abbiano sviluppato un prototipo o una tecnologia, già realizzata e non ancora proposta al mercato nei seguenti ambiti di applicazione:
- nuove forme di partecipazione cittadina alla gestione di parti e servizi della città;
- rifiuti;
- mobilità e trasporto pubblico;
- sicurezza;
- energia;
- welfare e salute;
- edilizia a consumo energetico quasi zero e domotica;
- istruzione;
- turismo e valorizzazione dei beni archeologici, architettonici, artistici, paesaggistici.

Una Commissione composta da esperti e membri dello Steering Committee di Smart City Exhibition sceglierà 10 prototipi tra quelli pervenuti, a cui sarà riservato uno spazio all’interno della mostra dove i visitatori potranno scoprire, toccare con mano e, perché no, anche giocare con le nuove tecnologie.
Anche in questo caso i criteri di iscrizione si trovano al sito di Smart City Exhibition.
 
Infine, per candidarsi alla 3a call e registrare il proprio progetto di smart city ‘in ottica di genere - Come migliorare la qualità della vita nelle città in un’ottica di genere e di superamento delle disparità - anche qui è sufficiente seguire le modalità di iscrizione dal sito della manifestazione. Saranno valutati gli interventi più innovativi in grado di migliorare e valorizzare l’uso delle tecnologie per l’empowerment delle donne nei sei contesti di riferimento delle smart city:
- economia;
- mobilità;
- ambiente;
- persone;
- stile di vita;
- governance.
Il bando è in collaborazione con forum@lfemminile e Wister.
Possono partecipare all’iniziativa, rispondendo alla call:
 - le amministrazioni locali;
- le unioni di comuni;
- i quartieri e i municipi;
 - le società pubbliche e miste di servizi;
 - i consorzi e le fondazioni che lavorano per le smart city;
 - gli enti e le amministrazioni dello Stato.

Nella valutazione dei progetti si terrà conto dell’innovatività del progetto, dell’impatto sulla componente femminile della società, sulla funzione sociale dell’intervento.
I progetti presentati saranno valutati e analizzati da un board di esperti il quale selezionerà i 10 più idonei - per contenuti, forma e risultati - per essere presentati a Smart City Exhibition 2014. Per ciascun progetto selezionato dal board sarà richiesta una presentazione audiovisiva (filmato o slide show) di 5 minuti.
Ai promotori delle iniziative verrà data la possibilità di presentare il proprio progetto all'interno del programma congressuale dedicato alle politiche di inclusione.
Inoltre tutte le "buone pratiche" segnalate saranno raccolte e pubblicate in un ebook, edito da Edizioni FORUM PA.