22 maggio 2014: Giornata Internazionale della Biodiversità

22 maggio 2014: Giornata Internazionale della Biodiversità

Il tema prescelto quest’anno è “Biodiversità delle Isole” per sottolineare come le isole e le loro circostanti aree marine costituiscano ecosistemi unici dove vivono numerose specie animali e vegetali endemiche che costituiscono tesori incomparabili di storia evolutiva, e che offrono fonte di sostentamento, sviluppo economico, identità culturale e benessere per 600 milioni di individui che vivono in territori insulari.

Per l’occasione la Commissione UE ha organizzato una Conferenza ad alto livello su “Rilevanza politica della Mappatura e Valutazione degli ecosistemi e dei loro servizi (MAES) in Europa” che può essere seguita in web streaming.

international day biological diversity

Per aumentare la comprensione e la consapevolezza delle problematiche della Biodiversità, le Nazioni Unite hanno proclamato il 22 maggioGiornata Internazionale della Diversità Biologica”.

La data è stata scelta per ricordare il giorno in cui nel 1992 fu adottata a Nairobi la “Convention on Biological Diversity (CBD)”, un trattato internazionale, ratificato da 192 Paesi, volto a tutelare ed usufruire di un’equa ripartizione delle risorse energetiche del Pianeta, integrato poi con l’adozione del Protocollo di Cartagena sulla Biosicurezza (2000), per la protezione della biodiversità dai rischi derivanti dal trasferimento, dalla manipolazione e dall’uso degli organismi geneticamente modificati (OGM) ottenuti dalle moderne tecniche di biotecnologia, e del Protocollo di Nagoya (2010) sull’accesso alle risorse genetiche e l’equa distribuzione dei benefici derivanti dal loro utilizzo. 

Giunta alla sua XIII edizione, quest’anno la Giornata ha per focus la Biodiversità delle Isole (Island Biodiversity), scelto per la coincidenza con la designazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 2014 come Anno Internazionale dei piccoli Stati insulari in via di Sviluppo.
Le isole e le loro circostanti aree marine costituiscono ecosistemi unici in cui spesso vivono numerose specie animali e vegetali endemiche che non si ritrovano in alcun altra parte del mondo e che sono dei tesori incomparabili di storia evolutiva. Ma sono anche fonte di sostentamento, sviluppo economico, identità culturale e benessere per 600 milioni di individui che vivono in territori insulari.

La Giornata Internazionale per la Diversità Biologica offre l'opportunità di comunicare e coinvolgere il pubblico per costruire la consapevolezza del valore della biodiversità per il benessere umano in tutto il mondo, così come per comunicare gli sforzi compiuti a sostegno del Piano strategico per la biodiversità 2011-2020 e la realizzazione dei tre obiettivi della Convenzione - ha dichiarato Braulio Ferreira de Souza Dias, Segretario esecutivo della CBD - Ma è anche l’occasione per mettere in evidenza le problematiche correlate, oltre alle specificità degli Stati insulari, alle minacce, presenti negli Stati firmatari della Convenzione, agli ecosistemi insulari che sono parti integranti del loro patrimonio di biodiversità nazionale, e comprendenti i cambiamenti climatici, la biodiversità marina e costiera, le specie esotiche aliene e quelle in via di estinzione, il turismo”.   

isola d elba
Isola d'Elba

In tale contesto l’ “Iniziativa PIM”, il Progetto per la promozione e l’assistenza alla gestione delle aree insulari del Mediterraneo, coordinata dal Conservatorio delle Coste (Conservatoire du Littoral) e a cui aderisce tra gli altri l’ISPRA, lancia un appello: “ Questa celebrazione offre grande possibilità di eventi : accoglienza di alunni e sensibilizzazione alla protezione ambientale, seminari locali e regionali, riunioni, laboratori, workshop, conferenze pubbliche, festival cinematografici, mostre, iniziate scientifiche... Tante opportunità per celebrare le isole di tutto il mondo. Tutte queste operazioni verranno valorizzate e promosse al livello internazionale. Varie azioni sono realizzate per riunire i protettori delle isole del mondo : un sito Internet collaborativo destinato al grande pubblico, una vera e propria finestra aperta sulle animazioni programmate, il lancio del “Passaporto della Nazione insulare “ ideato per mobilitare gli appassionati delle piccole isole; una conferenza pubblica il 22 maggio alla Villa Mediterraneo a Marsiglia in presenza d’invitati ufficiali e di vari interventi “. 

A Bruxelles la Commissione UE organizza una Conferenza di alto livello per porre l’attenzione sulla rilevanza politica della Mappatura e Valutazione degli ecosistemi e dei loro servizi (MAES) per presentare il lavoro svolto fino ad oggi dall’Unione europea e dagli Stati Membri, nonché i contributi offerti dagli stakeholder principali, per dimostrare come informazioni affidabili e di alta qualità sullo stato degli ecosistemi e dei servizi forniti possano contribuire al raggiungimento degli obiettivi della biodiversità, e all'integrazione delle tematiche sul capitale naturale nelle principali politiche settoriali dell'UE.

La Conferenza può essere seguita in web streaming a partire dalle ore 9.30.


Commenta