Quest’anno il tema della Campagna è “Green Cities”, che si incentra su tre elementi chiave (edifici, energia e trasporti), mira a aiutare le città ad accelerare la loro transizione verso un futuro più pulito. In Italia, oltre al tradizionale “Concerto per la Terra” con Arisa quale testimonial d’eccezione, una Mostra fotografica al MAXXI di Roma e tante altre iniziative diffuse un po’ ovunque.

earth day 2014

Il 22 aprile 2014 si celebra il 44° anniversario della Giornata Mondiale della Terra (World Earth Day).
Nato come movimento universitario statunitense negli anni ’60, si strutturò in vero e proprio evento con la manifestazione del 22 aprile 1970, allorché 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per chiedere maggior attenzione alle problematiche ambientali, dopo che al largo di Santa Barbara (California) c’era stata un’enorme fuoriuscita di petrolio da un pozzo della Union Oil.

La eco mediatica (lo slogan coniato “Una questione di sopravvivenza”) fu tale che l’allora Segretario generale delle Nazioni Unite, il birmano Sithu U Thant, ne ufficializzò la partecipazione dell’ONU che la trasformò in un evento educativo e informativo sulle calamità che colpiscono il nostro Pianeta.

Da allora, purtroppo, le minacce alla Madre Terra si sono moltiplicate e aggravate: l’inquinamento di aria, acqua e suolo; la distruzione degli ecosistemi; i cambiamenti climatici; l’esaurimento delle risorse. L’evento costituisce, quindi, una sollecitazione affinché i leader politici intraprendano quelle azioni che, ritenute necessarie oltre 40 anni fa, sono diventate oggi improcrastinabili.

Il World Earth Day è oggi riconosciuto in 192 Paesi e si calcola che più di un miliardo di persone prenderà parte ai vari appuntamenti che avranno luogo in tutto il mondo. Quest’anno il tema della Campagna è “Green Cities” che, incentrato su tre elementi chiave (edifici, energia e trasporti), mira a aiutare le città ad accelerare la loro transizione verso un futuro più pulito, sano ed economicamente vitale, attraverso miglioramenti in termini di efficienza, investimenti in tecnologie rinnovabili, e politiche di regolamentazione.
Edifici. Quasi un terzo di tutte le emissioni globali di gas a effetto serra derivano dal settore residenziale. Attraverso la semplice efficienza e i miglioramenti di progettazione degli edifici si possono ridurre drasticamente tali emissioni. Per realizzare questa visione, le città hanno bisogno di aggiornare i piani, passare a codici costruttivi basati sulle prestazioni e migliorare le opzioni di finanziamento.
Energia. La maggior parte del mondo si basa attualmente su strutture obsolete di generazione elettrica che sono estremamente inefficienti e “sporche”. Per aiutare le città a diventare più sostenibili, abbiamo bisogno di riprogettare il sistema attuale, la transizione alle fonti energetiche rinnovabili e implementare le soluzioni del 21° secolo.
Trasporti. È la fonte in più rapida crescita delle emissioni di gas a effetto serra a livello mondiale, tre quarti delle quali provengono direttamente da veicoli stradali. Per ridurre queste emissioni e il conseguente smog, abbiamo bisogno di migliorare gli standard, aumentare le opzioni di trasporto pubblico, investire nel trasporto alternativo e migliorare la pedonalità e ciclabilità delle città.

In Italia la celebrazione è particolarmente seguita grazie a una serie di network partner dell’evento che operano nel campo della sensibilizzazione e della cooperazione. Oltre ai numerosi eventi che si svolgono un po’ ovunque, tradizionalmente il Concerto musicale è lo strumento da sempre privilegiato da Earth Day Italia per sensibilizzare sulle importanti tematiche ambientali. Quest’anno testimonial d’eccezione per il “Concerto per la Terra” è Arisa vincitrice dell’ultima edizione di Sanremo.

arisa concerto terra
Già dallo scorso anno Arisa ci ha voluto sostenere con sincera convinzione e il suo impegno è stato quello di girare per noi un bellissimo spot nel quale suggeriva a tutti di impegnarsi per la tutela del Pianeta anche attraverso piccoli gesti quotidiani - ha spiegato il Presidente di Earth Day Italia Pierluigi Sassi - Quest’anno ha voluto fare decisamente di più e ci ha offerto la sua splendida voce”.
Uno speciale dedicato all’Earth Day Italia con alcuni brani del Concerto, svoltosi a Milano il 16 aprile, sarà trasmesso su LA7 proprio nel corso della Giornata della Terra, intorno alle 12.30 del 22 aprile.
È stata proprio Arisa a dare voce alla chiamata per la partecipazione collettiva che Earth Day Italia, insieme con Banca Mondiale Italia e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, lancia al grido di “Cambiamo Clima!”.

Così si chiama anche la Mostra fotografica che sarà inaugurata alle ore 11.00 presso il MAXXI - Museo per le arti contemporanee del XXI secolo, realizzata in collaborazione con i fotografi di Shoot4Change, che racconta gli “Eroi della Terra”: cittadini che si incontrano per mobilitarsi, persone semplici, imprenditori, pionieri del cambiamento in armonia con l’ambiente, modelli di ispirazione creativa e poeti dell’innovazione sociale e ambientale, impegnati nel promuovere con l’esempio quello che oggi è un cambiamento culturale cui domani corrisponderà un cambiamento climatico (positivo).
Quest'anno infatti Earth Day Italia ha scelto anche la fotografia come veicolo per trasmettere il suo messaggio in favore della Terra. L'arte come strumento di riflessione sulla rivoluzione sociale necessaria per tornare a vivere in armonia con l'Ambiente e riportare l'Economia al servizio del bene comune.