13 febbraio 2015: “M’illumino di meno”

13 febbraio 2015: “M’illumino di meno”

La trasmissione radiofonica “Caterpillar” che da undici anni promuove l’iniziativa per sensibilizzare sul tema dello spreco energetico, eccezionalmente andrà in onda questa settimana anche al mattino per permettere alle scuole, cui è rivolto il focus di quest’anno, di seguire la trasmissione.

locandina millumino 2015


È giunta alla sua XI edizione “M’illumino di Meno”, la più grande Campagna radiofonica di sensibilizzazione dei consumi energetici, lanciata dalla trasmissione Caterpillar, in onda su Radio2 RAI dal lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 19.30, che “spegne” simbolicamente ogni anno tutt’Italia.

L’iniziativa che si avvale da anni dell'Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e della Presidenza della Repubblica, nonché delle adesioni di Senato e Camera dei Deputati, ha l’obiettivo di raccontare best practice in ambito di risparmio energetico da parte di Istituzioni, Comuni, Associazioni, Scuole, Imprese e singoli cittadini, promuovendo la riflessione sul tema dello spreco di energia, che si può evitare con interventi strutturali, ma anche con semplici accorgimenti che ogni singolo individuo può mettere in pratica.

La coibentazione, l'uso di fonti rinnovabili, il ricorso a mezzi di trasporto meno impattanti sull'ambiente, l'attenzione a disattivare gli apparecchi elettronici che non si stanno utilizzando, sono un patrimonio a disposizione di tutti.
M’illumino di meno” culmina nella “Giornata del Risparmio Energetico” - quest'anno il 13 febbraio 2015 - dedicata all'ormai consueto simbolico “silenzio energetico” per attirare l’attenzione sull’efficienza e sul consumo intelligente di energia: in questa data si chiede infatti lo spegnimento dell'illuminazione di monumenti, piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni.
Negli anni la Giornata ha spento alcuni dei monumenti più in vista d’Italia e d’Europa ed è diventata una vera e propria festa, dando vita ad una sorta di gara nell'inventarsi nuovi modi per aderire allo spirito dell'iniziativa, non solo spegnendo simbolicamente le luci, ma anche organizzando eventi e manifestazioni a tema sul territorio (dalla squadra di pallavolo che si allena a lume di candela al museo che organizza una visita con la sola luce naturale; dal giretto spegni luci nelle scuole all'esperto di razionalizzazione dei consumi che gira nei negozi del centro vestito da supereroe): una sorta di gioioso “pride” della gestione intelligente delle risorse e della produzione da fonti rinnovabili, per ripensare un futuro sostenibile.

Ai simbolici spegnimenti illustri, si affianca da anni anche l'invito ad accendere, ove possibile, luci “pulite”, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione.
Quest'anno in particolare, dopo il Nobel per la Fisica riconosciuto agli inventori del LED e la proclamazione del 2015 come Anno Internazionale della Luce, “M’illumino di meno” dedicherà una speciale attenzione ai Comuni che sono passati all’illuminazione a basso consumo e alle adesioni a base di LED.
 
In questa chiave propositiva e formativa, Caterpillar dedica il focus dell’edizione 2015 ad una particolare categoria: le Scuole di ogni ordine e grado (anche scuole italiane all'estero o corsi professionali) a cui sarà richiesto di manifestare simbolicamente il proprio amore per il Pianeta con iniziative speciali in tutti le sezioni e plessi, per mostrare come l'attenzione all'ambiente debba costituire un fulcro del discorso educativo e dell'attualissima spending review anche nella riqualificazione degli edifici scolastici.
Il Ministero dell’Istruzione ha aderito all’iniziativa invitando tutte gli 8.000 istituti e scuole italiane a festeggiare “M’illumino di meno” nelle aule.
Sono già migliaia gli studenti di ogni età e gli insegnanti che dedicheranno il 13 febbraio ad attività di sensibilizzazione su come non sprecare energia. Dal mondo della scuola proviene anche l’inno che accompagna la campagna: il “M'illum-inno” di quest'edizione è, infatti, composto e realizzato da bambini tra gli 8 e i 14 anni ed è ascoltabile sul blog della trasmissione.
Nella settimana tra il 9 e il 13 febbraio Caterpillar andrà in onda eccezionalmente anche nella fascia mattutina dalle 10 alle 10,30 per entrare nelle scuole e raccontare dal vivo come si spegne lo spreco e si accende l’ingegno.

Per aderire all’iniziativa, Comuni, Associazioni, Scuole, Imprese, Negozi e singoli Cittadini sono invitati a inviare la propria adesione scrivendo a millumino@rai.it o sul blog di Caterpillar, illustrando sinteticamente le buone pratiche che vengono utilizzate durante tutto l’anno ed esplicitando come si intende partecipare alla grande festa del Risparmio Energetico il 13 febbraio 2015.

Di seguito i “promemoria” indispensabili per “M’illumino di meno 2015

L’Agendina Verde
1. non c’è efficienza energetica senza ricerca: più ricerca green = più lavoro.
2. taglio emissioni: meno carbone, più energia rinnovabile.
3. non lasciamo la pacchia del sole agli amici tedeschi.
4. non buttiamo l’energia, cambiamo la rete di distribuzione.
5. crediamoci: il nostro futuro è la green economy.
6. vietato sprecare.
7. ristrutturare e costruire eco-sostenibile.
8. città civile

9. se non dividi bene la spazzatura, sei …!

10.  anche a piedi e in bici.

Il Decalogo
(Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno…e anche dopo!)
1. spegnere le luci quando non servono.

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lasci passare aria.

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, agli infissi, alle porte esterne.
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Commenta