Caricamento...

Type to search

Condividi

“Fare i conti con l’Ambiente”: conclusa l’11ª Edizione ravennate che ha visto grande partecipazione, elevata qualità del programma con formazione accreditata dagli ordini professionali, e inaspettata sorpresa con i neolaureati selezionati per il progetto G100.

Voglio esprimere la mia più viva soddisfazione – ha affermato l’assessore all’Ambiente Gianandrea Baronciniper l’andamento delle iniziative previste dall’evento Fare i conti con l’ambiente che ottiene sempre più ampie adesioni e partecipazione. Mi preme evidenziare la qualità delle occasioni formative, la professionalità degli esperti, l’efficacia e le positive ripercussioni che senz’altro la manifestazione consentirà in termini di rilancio di una coscienza ambientale e civica, e per l’uso e l’incremento di buone pratiche utili a vivere la quotidianità in sintonia con la natura e il mondo che ci circonda”.

E’ stata una tre giorni di incontri, di informazione, di approfondimenti e conoscenza, quella dell’11ª Edizione di “Fare i conti con l’Ambiente”, sulle nuove tecnologie e sui processi industriali, che ha coiniugato cultura e solidarietà ed offerto eventi d’arte e spettacolo. Approfondimenti tematici sviluppati in collaborazione con reti esterne (associazioni, enti ed aziende), con il contributo del mondo delle università, dei ricercatori, dell’impresa, dei mass-media e del no-profit dedicati sia al mondo tecnico amministrativo sia ai cittadini.

Tantissimi i temi trattati: economia circolare, startup, sviluppo sostenibile, offrendo il meglio delle Buone Pratiche Internazionali, riflessioni sull’inquinamento dell’aria, protezione dell’ambiente costiero, intelligenza artificiale, energia, decommissioning. E poi, ancora, biometano, end of waste, trattamento acque, normative ambientali, rifiuti da costruzione e demolizione, edilizia sostenibile, fotovoltaico, compostaggio, rifiuti urbani, responsabilità e management.

Molto stimolante, come di consueto, la presenza del giornalista del Corriere della Sera Umberto Torelli per la conferenza sul tema “Nuovi mondi: A.I. & Robot, amici o nemici?, organizzata in collaborazione con il Rotary Club Ravenna Galla Placidia.

Notevole anche il programma degli eventi culturali, con le performance di Emergenze Creative 2018, le iniziative del multiCentro di Sostenibilità Ambientale (CEAS) Ravenna – Agenda 21 e l’anteprima della manifestazione con La Scuola delle Energie grazie alla collaborazione con l’ITS, corso di Tecnico Superiore per la Gestione e la Verifica di Impianti Energetici.

Grande successo ha riscosso anche il progetto G100 lanciato da labelab, per offrire opportunità di formazione e relazione a 100 giovani neo-laureati nel corso dei prossimi 5 anni. Sono stati ospitati 24 ragazzi all’interno delle 4 Scuole di Alta Formazione che hanno avuto la possibilità di creare un network permanente fra di loro. L’iniziativa sarà replicata nei prossimi 4 anni, con la convinzione che la formazione sia uno strumento fondamentale per acquisire maggiori conoscenze e competenze immediatamente spendibili nel mercato del lavoro. Per competere in un ambiente contraddistinto da cambiamenti sostanziali e continui, è fondamentale infatti acquisire un bagaglio culturale e personale che aiuti i giovani ad entrare in maniera qualificata e qualificante nel mondo del lavoro e creare relazioni multi settoriali.

I tre giorni del festival hanno permesso – hanno dichiarato a conclusione  Giovanni Montresori e Mario Sunseri, direttori della manifestazione – di creare un ponte tra la formazione teorica e l’esperienza pratica, le esperienze ascoltate, i dibattiti generati hanno diffuso le innovazioni e le buone pratiche. Il tutto continuerà attraverso la messa a disposizione in rete del materiale prodotto sul nostro sito www.labelab.it e arrivederci a Ravenna 2019 che si terrà dall’8 al 10 maggio 2019”.

 

Tags:

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *