Caricamento...

Type to search

Condividi

Nel corso della Giornata nazionale del Paesaggio sono previste numerose iniziative a cura delle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e dei Musei e Parchi archeologici per sensibilizzare i cittadini sul tema del paesaggio. A Roma verrà presentata la Carta Nazionale del Paesaggio, dedicata alla memoria di Giuseppe Galasso, recentemente scomparso, promotore della Legge per la protezione del paesaggio (1985) che porta il suo nome.

Il 14 marzo 2018 si celebra la seconda edizione della Giornata nazionale del Paesaggio, istituita con Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con l’obiettivo di richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili e premessa per un uso consapevole del territorio e uno sviluppo sostenibile.

Tali aspetti aderiscono in pieno anche con le finalità del 2018 Anno europeo del patrimonio culturale “di incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo“.

La connessione tra le due ricorrenze offre una straordinaria opportunità di evidenziare i comuni obiettivi e di valorizzare i numerosi eventi e iniziative che, sulla base del successo conseguito nella passata edizione, anche quest’anno verranno proposti su gran parte del territorio nazionale e consultabili sul sito del MIBACT.

Nel corso della Giornata le Soprintendenze Archeologia, Belle Arti e Paesaggio apriranno le porte ai cittadini con iniziative di sensibilizzazione e di riflessione sul tema del paesaggio, mentre i grandi Musei e i Parchi archeologici proporranno ai visitatori incontri e approfondimenti incentrati su opere delle collezioni che raffigurano paesaggi, per farli riscoprire al pubblico in un’ottica originale.

Inoltre, alle ore 11 presso il Salone Spadolini del MiBACT, sarà presentata la Carta Nazionale del Paesaggio – Elementi per una Strategia per il paesaggio italiano elaborata a cura dell’Osservatorio nazionale per la qualità del paesaggio quale risultato dei lavori degli Stati Generali (25 – 26 ottobre 2017) i cui Atti saranno presentati nella medesima giornata.

La Carta è dedicata alla memoria di Giuseppe Galasso, il Professore universitario recentemente scomparso (12 febbraio 2018), sottosegretario ai Beni Culturali che nel 1985 fu il promotore della Legge per la protezione del paesaggio (ribattezzata “Legge Galasso”) , che poneva per la prima volta in Italia precisi limiti edificatori in zone “sensibili”, quali i territori costieri, contermini a laghi, fiumi e torrenti, nei luoghi di interesse storico-artistico e naturalistico.

La sua morte ha coinciso con la fine della Legislatura e, quindi, del reiterato tentativo di far approvare una Legge sul consumo di suolo a 6 anni dalla proposta originaria per l’inazione del Parlamento, ma anche per la contrarietà delle Regioni che vi hanno scorto un’invasione di campo rispetto alle prerogative a loro concesse dalla riforma del Titolo V della Costituzione.

Peraltro, le modifiche nel frattempo intervenute ne avevano stravolto l’impianto iniziale, tal che non sorgono troppi rimpianti per ingloriosa conclusione dell’iter legislativo. Tant’è che il Forum “Salviamo il Paesaggio” ha rilanciato un’azione dal basso con una proposta di Legge di iniziativa popolare dal titolo “Norme per l’arresto del consumo di suolo e il riuso dei suoli urbanizzati, che punta direttamente ad un taglio netto del consumo di suolo, senza compromissioni di “limitazione” e “riduzione”.

 

Tags:

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *