Caricamento...

Type to search

Condividi

C’è tempo fino al 31 maggio 2018 per iscriversi gratuitamente al Concorso a premi “Storie di Economia Circolare”, promosso da ECODOM e CDCA e dedicato al racconto di storie virtuose di economia circolare in Italia, rivolto a giornalisti, videomaker, fotografi, scrittori, storyteller e a chiunque voglia mettersi in gioco per raccontare attraverso video, fotografie, audio e scritti una piccola grande storia di cambiamento nel mondo dell’economia del nostro Paese, inviando i materiali secondo le modalità previste dal Regolamento.

Il Concorso Storie di Economia Circolare è stato annunciato il 5 dicembre 2017 contestualmente alla presentazione dell’ Atlante Italiano dell’Economia Circolare, promosso da ECODOM, il principale Consorzio italiano per il recupero dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e da CDCA, il primo Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in Italia, una piattaforma  web “geo-referenziata e interattiva”, dove sono raccolte esperienze che hanno come elemento chiave il riutilizzo, la riduzione degli sprechi, la diminuzione dei rifiuti e la re-immissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate.

Storie di Economia Circolare”, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente (MATTM) e dall’Ordine dei Giornalisti, è un concorso a premi dedicato al racconto di storie virtuose di economia circolare in Italia, rivolto a giornalisti, videomaker, fotografi, scrittori, storyteller e a chiunque voglia mettersi in gioco per raccontare attraverso video, fotografie, audio e scritti una piccola grande storia di cambiamento nel mondo dell’economia del nostro Paese.

La finalità del Concorso è quella di stimolare e promuovere, tra giornalisti e addetti del mondo dell’informazione una rinnovata consapevolezza sulla sostenibilità ambientale, i nuovi modelli produttivi e i benefici per l’ambiente e la società che derivano da processi di transizione virtuosi.

Delle numerose definizioni che in questi ultimi anni sono state elaborate per esplicitare il concetto di “Circular Economy”, quello della Ellen MacArthur Foundation è di certo la più semplice e azzeccata: “L’Economia Circolare è un modello di economia globale che disaccoppia la crescita economica e lo sviluppo dal consumo di risorse che sono limitate”.

Il concorso che ha cadenza annuale, prevede 4 categorie di prodotti culturali, ciascuno incentrato su una diversa forma espressiva: scrittura; video; audio; fotografia.

Per il lancio del concorso sono state realizzate 4 Storie Pilota, realizzate da altrettanti professionisti, una per categoria, che rappresentano esemplificativamente il tipo di prodotti ammessi in gara:
una storia convincente;
il racconto dei protagonisti;
il contesto;
una forma espressiva adatta al grande pubblico.

Per la categoria Fotografia:
Fattoria della Piana di Emiliano Mancuso e Federico Romano. Un vero e proprio ecosistema dietro la filiera agroalimentare che chiude il cerchio della sostenibilità a 360 gradi.

Per la categoria Radio:
Cartiere Favini di Jonathan Zenti. Una cartiera storica di eccellenza che prende la strada della sostenibilità, trasformando gli scarti organici in carta di alta qualità.

Per la categoria Video:
Orange Fiber di Luigi Politano. Un territorio unico: la Sicilia. Due innovatrici con un’idea assolutamente brillante: rivoluzionare la moda in chiave sostenibile.

Per la categoria Scrittura:
Banco alimentare e Avanzi Popolo 2.0 di Alessandro Leogrande. Dal recupero al foodsharing, soluzioni in campo contro spreco alimentare e povertà.

Per partecipare al concorso la cui iscrizione è gratuita bisogna seguire le istruzioni contenute nel Regolamento, compilare il relativo Modulo ed inviare i materiali nelle modalità previste non oltre il 31 maggio 2018.

Il processo di valutazione di audiovisivi, reportage fotografici, radiofonici e testi scritti, inediti e originali, si compone di due fasi:
– la votazione on-line;
– il giudizio della Giuria Tecnica di Qualità.

Attraverso il Concorso le realtà circolari raccontate avranno la possibilità di essere visibili nel portale e al termine della votazione on-line, le 20 storie più votate per ogni categoria passeranno alla fase di valutazione successiva della Giuria, composta da esperti del mondo dell’informazione e della cultura, uno per ogni categoria in concorso: il regista Andrea Segre, per l’audiovisivo; la photo editor, Giulia Tornari per la fotografia; la giornalista di Radio3, Florinda Fiamma per il linguaggio radiofonico; il giornalista Giuseppe Rizzo di Internazionale, per la scrittura.

La giuria sarà coadiuvata e assistita nel suo lavoro da un membro dell’equipe di ricerca del CDCA e da un rappresentante del Comitato Scientifico, al fine di valutare, al di là dei requisiti tecnici del prodotto inviato, la rispondenza della storia scelta ai requisiti di circolarità individuati.

Ciascun membro della Giuria potrà, con motivato giudizio, proporre il ripescaggio per ogni categoria di un massimo di 3 storie ritenute di particolare valore artistico. L’ammissione delle storie ripescate alla fase finale di valutazione sarà votata dalla Giuria collegialmente. Al termine di tale procedura, la Giuria si riunirà e sceglierà a suo insindacabile giudizio le quattro storie vincitrici, una per ogni categoria in gara.

I vincitori saranno premiati con un premio in denaro così diviso:
3.500 euro per la Categoria Video;
3.000 euro per la Categoria Foto;
2.000 per la Categoria Audio;
1.500 per la Categoria Scrittura.

La differenziazione economica dei premi, sponsorizzati da Banca Popolare Etica, è stata stabilita in base alla stima dei costi vivi di produzione dei diversi tipi di Storia.

Delle storie vincenti sarà curata la pubblicazione su testate e media nazionali.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *