Caricamento...

Type to search

Condividi

C’è tempo fino al 18 ottobre 2018 per presentare le candidature per l’assegnazione del Premio Capitale verde europea per il 2021, riservato alle città sopra i 100.000, e del Premio Foglia verde europea, destinato alle città fra 20.000 e 99.999 abitanti.

Scadono il 18 ottobre 2018, gli inviti a presentare candidature per l’assegnazione del Premio di Capitale verde europea nel 2021, destinato alle città di almeno 100.000 abitanti , e quello per il Premio Foglia verde europea nel 2020, riservato alle città che hanno fra i 20.000 e i 99.999 abitanti.

Istituito nel 2008, l’European Green Capital Award (EGCA) viene assegnato annualmente ad una città europea dotata di standard ambientali di qualità certificati, impegnate in ambiziosi obiettivi di sviluppo sostenibile e di pianificazione territoriale.

Le città candidate al titolo di Capitale verde vengono valutate sulla base di 12 indicatori:
– mitigazione ai cambiamenti climatici;
– adattamento ai cambiamenti climatici;
– mobilità urbana sostenibile;
– uso sostenibile della terra;
– natura e biodiversità;
– qualità dell’aria;
– rumore;
– rifiuti;
– acque;
– crescita verde ed eco-innovazione;
– performance energetica;
– governance.

Per ogni indicatore le città candidate devono presentare la descrizione della situazione attuale, delle misure attuate negli ultimi 5-10 anni, degli obiettivi di medio e lungo periodo e l’approccio proposto per raggiungerli, allegando la documentazione che attesta le descrizioni fornite.

Finora nessuna città italiana è mai arrivata tra le finaliste della selezione. Hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento: Stoccolma (2010), Amburgo (2014), Bristol (2015), Lubiana (2016), Essen (2017), Nijmegen (2018), Oslo (2019) e Lisbona (2020).

Per l’European Green Leaf Award (EGLA), istituito nel 2013, le città candidate vengono valutate sulla base di 6 indicatori:
– cambiamenti climatici e performance energetica;
– mobilità;
– natura, biodiversità e uso sostenibile della terra;
– qualità dell’aria e rumore;
– rifiuti ed economia circolare;
– acqua.

Per ogni indicatore la città candidata dovrà descrivere la situazione attuale e l’approccio strategico di intervento, come si prevede il coinvolgimento dei cittadini e le attività previste per la sensibilizzazione del pubblico.

Anche se nell’edizione 2015 la città di Siena era entrata tra le 8 finaliste, nessuna città italiana è riuscita a conseguire il titolo. Il titolo è stato conseguito finora:
– 2015. Mollet del Vallès (Spagna) e Torre Vedras (Portogallo);
– 2016. Galway (Irlanda);
– 2017. Leuven (Belgio) e Växjö (Svezia);
– 2018. Cornellà de Llobregat (Spagna) e Horst aan de Maas (Paesi Bassi).

Oltre a ricevere un premio in denaro di 350.000, per l’EGCA, e di 75.000 euro per l’EGLA, per supportare le attività di avvio del loro anno di Capitale verde e di Foglia verde, i benefici dei titoli per le città che li ricevono sono numerosi: tra i tanti, più turisti, più visibilità nei media internazionali, investimenti esteri, maggiori risorse per i progetti ambientali.

Oggi oltre due terzi degli europei vivono in aree urbane, ed è dunque indispensabile fare ogni sforzo per risolvere i problemi che tutte le città si trovano ad affrontare in termini di consumo di energia, inquinamento, gestione dei rifiuti, alloggi, disoccupazione, trasporti – ha affermato il Commissario UE all’Ambiente, Pesca e Affari marittimi, Karmenu VellaQuesti due riconoscimenti stanno diventando sempre più importanti perché rappresentano esempi stimolanti per trovare soluzioni sempre più efficaci”.

 

Sia la Capitale verde europea che i Green Leaf Awards europei sono aperti alle città degli Stati membri dell’UE, dei Paesi candidati all’adesione all’UE, dell’Islanda, del Liechtenstein, della Norvegia e della Svizzera.

Le candidature dovranno essere inoltrate entro il 18 ottobre 2018.

Tutte le domande ricevute sono valutate dal un Gruppo di esperti che redigono un Rapporto di valutazione.
La proclamazione delle città vincitrici avrà luogo, come di consueto, durante una cerimonia a Bruxelles nel corso della “EU Green Week” (13-17 maggio 2019). 

Qui è possibile scaricare il Regolamento.

 

Tags:

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *